Buon compleanno a Save The Dogs, speranza (e certezza) per tantissimi animali | Silvia Allegri
40775
post-template-default,single,single-post,postid-40775,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.0,vc_responsive

Buon compleanno a Save The Dogs, speranza (e certezza) per tantissimi animali

Buon compleanno a Save The Dogs, speranza (e certezza) per tantissimi animali

Oggi Save The Dogs and other Animals Onlus festeggia i suoi primi dieci anni di attività. Sara Turetta e i suoi collaboratori sono angeli umani che si occupano degli ultimi tra gli ultimi: i cani abbandonati e maltrattati, ma anche gli asini e i cavalli, che in Romania soffrono e vivono in condizioni disperate. In un lavoro che li vede impegnati quotidianamente nella protezione degli animali e nella sensibilizzazione dei cittadini, Sara e il suo team si danno da fare con fatica, qualche lacrima, spesso, ma tanta passione e tanta forza di volontà. E a piccoli passi stanno cambiando le cose: migliaia di animali grazie a loro hanno trovato affetto, cure, e tante famiglie amorevoli.
Le grandi battaglie continuano: sono ancora troppi i maltrattamenti e le prepotenze, la crudeltà e i soprusi. Il lavoro che aspetta Sara è ancora tanto e faticoso. Ma non si può mollare.

Chi ama gli animali non fa distinzioni nella valutazione della sofferenza degli altri esseri viventi: questo è lo spirito giusto con cui si può davvero provare a cambiare il mondo.

Ho conosciuto Sara durante una conferenza a Bologna, un paio d’anni fa: da allora la seguo con attenzione e affetto, e con un interesse speciale per il bellissimo progetto It’s donkey time, un programma di onoterapia (pet-therapy con asinelli) ideato da Save the Dogs e introdotto per la prima volta a Bucarest nel 2012, destinato a bambini disabili, orfani e non. Ripenso con emozione alla prima volta in cui ho visto quelle immagini stupende: asinelli maltrattati portati in salvo, pronti a offrire simpatia, amicizia e coccole a tanti bimbi sfortunati. Un progetto meraviglioso che fa bene a tutti, e che contribuisce a creare le basi per un futuro migliore, fatto di benessere e consapevolezza.
La mia Gemma è un’asina proveniente dall’Est Europa: era arrivata magrissima, impaurita, sofferente. Ora vive serena e regala a me e a tante persone che la conoscono momenti di serenità e spensieratezza: una continua conferma del potere straordinario degli animali, che cambiano e migliorano le nostre vite.

Oggi non potrò esserci, alla festa di compleanno di Save The Dogs. Ma col pensiero sono insieme a voi, pronta a sostenervi nelle prossime battaglie per i diritti degli animali.

Buon compleanno!

Commenti