Animali selvatici Archives | Pagina 5 di 6 | Silvia Allegri
5
archive,paged,category,category-animali-selvatici,category-5,paged-5,category-paged-5,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Animali selvatici

Iniziative di agosto e settembre

Dopo molte settimane di silenzio torno a scrivere per un breve resoconto delle ultime iniziative di questo periodo.

Politica: è ripresa l’attività in provincia. Una delle questioni più importanti, affrontate durante le commissioni, è stata la vicenda travagliata di Riva Acciaio. La provincia di Verona è l’ente che ha vigilato in questi ultimi annisulle migliorie dello stabilimento di Riva Acciaio di Verona, ed è stata uno dei protagonisti dei numerosissimi incontri, insieme ai sindacati, svoltisi con l’obiettivo di far ripartire la produzione della fabbrica. E’ di queste ore la notizia della ripartenza effettiva dei lavori. Per i 400 dipendenti un sollievo e una gioia, che si sommano anche alla soddisfazione per la solidarietà ricevuta a Verona da parte dei cittadini e delle istituzioni.

Animali: ho partecipatio due settimane fa ad un incontro in Senato, organizzato dalla senatrice Silvana Amati, con i presidenti delle principali associazioni di tutela e difesa degli animali. Obiettivo: preparare un documento da sottoporrre ai candidati alle primarie del Partito Democratico, ma anche da condividere con tutti i deputati e senatori interessati e sensibili al tema, con il quale si chiedono provvedimenti a favore della TUTELA DEGLI ANIMALI in Italia: maggiori controlli sull’applicazione dei microchip, lotta al randagismo e all’abbandono, abolizione della vivisezione, maggiori controlli negli allevamenti,lotta al traffico illecito di cuccioli, riconoscimento dei conigli come animali di affezione, lotta ai circhi con animali, aumento delle sanzioni contro chi maltratta o detiene animali in condizioni inaccettabili. L’auspicio è che le poche persone presenti sappiano proseguire il lavoro coinvolgendo sempre più colleghi, nella consapevolezza che il rispetto degli animali è il maggior segno di civiltà di un Paese.

Il raglio magico: proseguono le presentazioni del mio libro, all’interno di iniziative culturali motlo originali e interessanti. Dopo la festa di Mezzano Romantica, in Trentino, sarò presente a Bologna il prossimo 26 ottobre, e in novembre sono previsti alcuni appuntamenti nella provincia di Verona che comunicherò al più presto.

 

La mia battaglia contro i circhi continua

Mi ci sono voluti tre giorni per riuscire a trovare la giusta energia e riportare le parole allucinanti che ho sentito pronunciare duranta la quarta e sesta commissione congiunte, in Provincia, sul tema dei circhi.

Tutto è iniziato con una mia mozione, presentata a dicembre del 2012, con la quale chiedevo un maggiore controllo delle co ndizioni di detenzione degli animali nei circhi e un impegno da parte della provincia di verona a disincentivare gli spettacoli con uso e abuso di animali sul territorio, veronese. Una mozione insignificante, se vogliamo, ma che si faceva tramite di un messaggio più alto: un segno di impegno da parte della politica nei confronti degli animali.

La mozione, strumentalizzata a dovere da parte di aklcuni colleghi e travisata totalmente dall’assessore alla cultura Ambrosini, che non accettava, a quanto pare, che io avessi invitato la presidente della Lav di Verona a mostrare immagini di animali in condizioni pessime, stressati e maltrattati durante il recente attendamento di un circo a Verona, ha invitato il signor Buccioni, presidente dell’Ente Nazionale Circhi, e Flavio Togni. I quali (ma specialmente Buccioni) si sono profusi in lodi strepitose dei circhi e di chi ci lavora, dicendo cose come: “Il circo è lo spettacolo del popolo e il popolo lo ama”, e “Noi amiamo moltissimo gli animali, che stanno bene e nascono già nei nostri circhi”.

 

Insomma, un elefante tenuto a catena, una tigre che vive in “Ben 80 metri quadrati con piscina” stanno bene, secondo loro.

Poche considerazioni:

1. Mancanza assoluta di empatia, il sapersi calare nei panni dell’altro e vederne e sentirne il disagio;

2. Concezione medievale del divertimento: ormai solo un ignorante può divertirsi guardando certi spettacoli miseri;

3. La faccia tosta di difendere uno spettacolo che ormai il “popolo”, come lo chiamano loro, non ama più, ma che purtroppo è ancora troppo aiutato dal FUS;

4. Il coraggio di attaccare la mia mozione, che era passata seppur con pochi voti, dimostrando dunque la capacità di travisare discorsi come è nello stile dei peggiori rappresentanti politici.

A chi volesse maggiori informazioni sono ben disposta a dedicare il mio tempo.

Ho richiesto inoltre la registrazione della commissione per poterla poi far ascoltare ai coraggiosi che se la sentiranno di affrontare una valanga di discorsi da brivido.

Con gli asini e “Il raglio magico” a spasso per il territorio

Sono felice di poter annunciare nuove presentazioni del mio libro in programma nelle prossime settimane e mesi, e contemporaneamente nuove iniziative culturali in compagnia dei miei amati asini.

Tra qualche giorno presenterò il libro alla Residenza Borgo 27, a Grezzana. Un luogo incantevole, che offre un panorama mozzafiato sulla Valpantena. Insieme a me, l’amico giornalista Giancarlo Beltrame e il favoloso Roberto Puliero, che ci regalerà momenti spassosissimi recitando alcuni brani sul tema “asinino”.

Altre presentazioni in programma: a Roncade (Treviso), a Lazise, a Villa Bartolomea, in Trentino la prossima estate.

Nel frattempo, sono iniziate le passeggiate in compagnia degli asini. Un trekking someggiato con alcune famiglie, due settimane fa, e un’uscita con un gruppo scout ieri. Un’occasione per riscoprire il contatto con la natura a passo d’asino, e assaporare il silenzio dei boschi e dei prati insieme a un animale che ci accompagna da sempre nel lavoro e nella vita.

L’estate e’ alle porte: mi auguro che vi siano nuove e piacevoli occasioni per presentare a grandi e piccoli i miei preziosi collaboratori.

Politica, ambiente, animali

Questo periodo è caratterizzato da profonda incertezza, tensione, paura per la situazione politica nazionale. Siamo in una situazione di crisi che ormai lascia poco spazio alla speranza in un miglioramento. Eppure è necessario reagire, e continuare ad avere fiducia nelle istituzioni, augurandosi che la classe dirigente politica sappia venire incontro ai cittadini con proposte concrete per risollevare il Paese dalla crisi economica e sociale che stiamo attraversando.

A livello locale, l’incertezza purtroppo non ci abbandona. E’ incerto il futuro delle province, è incerta la sorte della Comunità montana, non si sa ancora quali cambiamenti giungeranno quando entreranno in vigore le Unioni dei Comuni.

Nonostante tutto, l’impegno è e resta sempre costante, per promuovere progetti e iniziative a salvaguardia del nostro territorio.

Ho richiesto in Provincia alcune commissioni, che verranno convocate in questi giorni: audizione dell’assessore all’ambiente in Provincia sul Piano Energetico, presentazione della mia mozione contro i circhi con animali (chiederò che la provincia incoraggi i Comuni a non concedere il permesso di attendamento a circhi con animali che vivono in condizioni pietose, e che si promuova un circo senza l’utilizzo di animali), audizione del presidente di Ecoaction, audizione di Alessandro Anderloniu, direttore artistico di Voci e Luci in Lessinia.

Il mio impegno nella Giunta del Parco è quello di promuovere il territorio coniugando l0’interesse per l’ambiente a iniziative di importanza educativa: ad esempio sostenendo il progetto Radiomagica, presentato qualche settimana fa presso il Parco NaturaViva, un progetto che vede coinvolti i parchi del veronese e altre realtà venete nell’elaborazione di laboratori per bambini da svolgere all’interno dei territori dei parchi e da proporre poi attraverso la radio e su internet, in un format accessibile e adeguato che tenga conto delle esigenze di bambini con bisogni speciali.

 

Importanti vittorie e nuovi obiettivi

Questo anno che sta per finire resterà nella memoria di tanti di noi amanti degli animali per una storica vittoria: la chiusura di Green Hill, che a dispetto del nome è una delle più orribili aziende d’Italia: una vera e propria fabbrica di cani da mandare ai laboratori di vivisezione, costretti a passare la vita rinchiusi nelle gabbie e a patire sofferenze atroci nei laboratori di tutto il mondo.

Un incubo è finito ma tanti ne restano: la battaglia è vinta, ma la guerra deve proseguire.

Green Hill è stata chiusa grazie all’amore, alla passione e al coraggio di migliaia di persone sensibili, che si sono battute, ognuna con i mezzi che aveva a disposizione, per accrescere lo sdegno dell’opinione pubblica e aprire gli occhi della gente su questo orrore che si consuma a nostra insaputa.

Insomma, quando ci si sente una goccia nell’oceano, non bisogna arrendersi. Sembrerà un luogo comune, ma non lo è. Tante persone insieme formano un oceano che ha la forza di cambiare le cose. Bisogna avere il coraggio di iniziare da se stessi: prestando attenzione al rispetto degli animali nel quotidiano, diffondendo informazioni, investendo tempo a discutere con le persone, con pazienza e sangua freddo.

Mi auguro che il prossimo obiettivo sia quello di contare sempre più persone impegnate in prima linea per far parlare chi non ha voce. Siamo noi i responsabili degli esseri più fragili che non possono difendersi da soli.

Presentazioni del mio libro

In queste settimane ho partecipato a diverse presentazioni del mio libro “Il raglio magico”. Tutte divertenti e particolari: sono stata presente durante la fiera Pets Show a Verona, e due giorni fa la presentazione è avvenuta in uno splendido museo di Villafranca: il Museo Nicolis, luogo “sacro” per gli appassionati di auto e moto d’epoca. Hanno partecipato all’evento tre giovani attori, un musicista, e sei ballerine. Coordinati dal prof. Passarelli, gli artisti hanno permesso di ricreare una storia dell’asino nella cultura e nelle tradizioni facendo divertire e commuovere il pubblico.

Lo scopo dell’arte è proprio questo: creare emozioni e fare incontrare le persone, che per pochi istanti dimenticano lo stress e le preoccupazioni e lasciano andare la fantasia cogliendo le suggestioni della danza, del teatro, della lettura.

Questa sera sarò a Caprino, a presentare il mio libro durante una festa interamente dedicata ai bambini: “Aspettando Santa Lucia” è il nome di questa serie di eventi: un mercatino di Natale, un coro, laboratori creativi, stand enogastronomici e letture.

Intanto, sono felice di aver raggiunto un obiettivo importante, che era poi il vero fine del mio libro: far parlare di asini, e far riflettere le persone sui tanti, troppi luoghi comuni che spesso ci condizionano.

Partecipazione a Fieracavalli 2012

Si è da poco conclusa Fieracavalli. L’evento più bello e imperdibile per gli appassionati di cavalli, asini, e tutto ciò che si muove intorno a questi bellissimi animali. Per la prima volta ho avuto l’opportunità di vivere la fiera da espositore. Con la casa editrice del mio libro “Il raglio magico” sono stata presente all’interno del Salone del Bambino. La fiera è stata ricca di stimoli: tante persone, interessate al libro, mi hanno contattato per avere informazioni sulla mia attività e soprattutto sui motivi che mi hanno spinto a scrivere. E’ stato emozionante condividere con loro il percorso fatto nei mesi precedenti la pubblicazione: su tutto, dominava il desiderio di proporre un modo diverso di concepire gli asini e gli altri animali. Non più come esseri in qualche modo inferiori, o utili per conseguire certi obiettivi, ma esseri alla pari, ricchi di personalità, di sentimenti e di risorse. Che ci aiutano a vivere meglio e ad imparare il rispetto verso l’altro.

Ho notato con piacere che sempre più persone sono alla ricerca di un rinnovato contatto con la natura e con tutte le attività ad essa legate. Insomma, in questo mondo che corre a ritmi sempre più frenetici, la voglia di dare una svolta e riscoprire la semplicità della vita sta aumentando.

In qualità di Vicepresidente del parco Lessinia, sono stata presente anche allo stand della Regione Veneto, avendo modo di parlare con i colleghi amministratori del parco, della provincia e della regione dei prossimi impegni politici.

Insomma, quattro giorni intensi, dominati senza dubbio dalla bellezza degli animali che hanno partecipato alla fiera (purtroppo stressati talvolta dal rumore assordante e dalle luci artificiali).

Per la prossima edizione sono già in cantiere diverse idee… !

Diritti degli animali violati e presunzione umana

E’ uscito uno splendido libro, “La pelle dell’orso” di Margherita D’Amico. Un libro che mi richiama alla memoria la lettura di un classico dei diritti animali, “Gabbie vuote” del filosofo americano Tom Regan. Con un linguaggio asciutto e spoglio, ci troviamo davanti la descrizione delle condizioni di vita degli animali di allevamento: ingrassati e ipernutriti perchè vi si ricavino più bistecche possibili, maltrattati e lasciati morire senza cure perchè non possono essere somministrati farmaci agli animali che diventeranno bistecche, amputati di ali e becco, rinchiusi a vita e sottoposti a luce artificiale, alla sete e al caldo. E non diversa è quella degli animali da laboratorio: soli, affamati, torturati con la giustificazione di fare qualcosa di utile per l’uomo, mentre ormai si è ampiamente dimostrato quanto siano fasulli i risultati di ecrti esperimenti.READ MORE

Lezioni di avviamento all’equitazione e onoterapia

Con l’inizio della primavera sono ripartite le attività di didattica presso il centro di Monta western Basalovo Trekking.

Per i bambini a partire dai 3 anni di età proponiamo lezioni di avviamento all’equitazione, che svolgiamo in compagnia degli asini Barone e Gemma. Le lezioni prevedono la cura dell’animale, la preparazione  dell’attrezzatura necessaria, e l’attività vera e propria di equitazione, con esercizi in campo di conduzione dell’animale e di volteggio. L’obiettivo è far avvicinare i bambini all’equitazione con un metodo sicuro e divertente, in vista del passaggio al cavallo. L’asino infatti si presta a collaborare con bambini anche molto piccoli, per il suo carattere socievole e mite.READ MORE