Partecipazione al convegno Il latte di asina e le sue proprietà | Silvia Allegri
314
post-template-default,single,single-post,postid-314,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Partecipazione al convegno Il latte di asina e le sue proprietà

Partecipazione al convegno Il latte di asina e le sue proprietà

Domani, 27 febbraio, si terrà a Bergamo, presso l’Istituto Tecnico Superiore per le nuove tecnologie della vita “Giulio Natta”, un convegno dal titolo “Il latte d’asina e le sue proprietà”. Si tratta dell’ultimo appuntamento di una serie di incontri relativi all’impiego dell’asino come animale da lavoro, da compagnia, e anche, appunto, come animale riscoperto per il suo preziosissimo latte, dalla proprietà inidiscusse e conosciute fin dallantichità.

Ho l’onore e l’onere di chiudere il convegno presentando il mio libro.

Il mio intento sarà quello di “alleggerire” i toni del dibattito, proponendo una serie di curiosità relative all’asino e alla sua presenza nella vita dell’uomo. Fornirò dunque, spero, qualche spunto di riflessione per poter vedere l’asino non più come animale sciocco, testardo e ormai inutile, ma come compagno di lavoro, giochi e percorsi terapeutici.

So che ormai da molti anni anche in Italia sono sorti alevamenti di asini per produrre il prezioso latte: la mia paura è che si arrivi a forme di sfruttamento eccessivo di questo animale.

Il convegno di domani servirà dunque ai partecipanti per riscoprire le virtù asinine, e a me per chiarirmi meglio il quadro generale relativo a questi allevamenti, con la speranza di non scoprire che sono diventati sfruttamenti.

Commenti