Mozione contro Green Hill, la fabbrica degli orrori

Green Hill, a Montichiari in provincia di Brescia, è una fabbrica degli orrori. Vengono allevati cani destinati ai laboratori di vivisezione di tutto il mondo. Nati e cresciuti in condizioni terribili, sempre al chiuso nelle gabbie e con la luce artificiale, vengono poi spediti nei laboratori di sperimentazione a morire tra sofferenze atroci, contro ogni principio etico di rispetto per gli animali.

Sabato 15 ottobre si è svolta l’ennesima protesta di cittadini e animalisti a Montichiari. E’ urgente far conoscere il più possibile questa realtà sconcertante e vergognosa.

Ecco la mia mozione, che è stata approvata all’unanimità durante la seduta di Consiglio del 15 novembre.

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI VERONA

 

 

MOZIONE

Al Presidente della Provincia di Verona

                                                                                              Sig. Giovanni Miozzi

                                                                                                       Agli Assessori

 

 

Oggetto: PROTESTA CONTRO L’ALLEVAMENTO LAGER DI GREEN HILL

 

Nel comune di Montichiari, in provincia di Brescia, è ubicata la Green Hill, un’azienda che alleva cani beagle per i laboratori di vivisezione. Da questo allevamento, ogni mese, 250 cani vengono destinati alla sperimentazione. Nei 5 capannoni di cui è composta l’azienda sono rinchiusi fino a 2500 cani adulti, più le varie cucciolate; cani che vengono allevati per essere condannati a morire dopo atroci sofferenze. Gli animali vengono rinchiusi in capanni lager, senza spazi all’aperto e senza aria o luce naturale. Una fila interminabile di gabbie con luci artificiali e un sistema di areazione sono l’habitat in cui crescono questi cani, prima di essere caricati su un furgone e spediti nell’inferno dei laboratori.La Green Hill di Montichiari tra i suoi clienti ha laboratori universitari, aziende farmaceutiche rinomate e centri di sperimentazione;

La stessa Green Hill è stata acquistata da un’azienda americana,la Marshall Farminc. , tra le prime al mondo nell’allevamento di cani da laboratorio. Nelle strategie di espansione della Marshall figura l’ampliamento della Green Hill dove sono previsti ampliamenti per poter ospitare sino a 5.000 cani.

Per questi allevamenti i cani sono visti come prodotti che garantiscono fatturati milionari e beni di consumo per i laboratori delle aziende farmaceutiche o i centri di sperimentazione, senza la minima preoccupazione per le loro sofferenze fisiche e psichiche.

La politica dell’azienda è contraria ai principi etici di tutela dei diritti animali del nostro Paese, e infatti da anni i cittadini di Montichiari e di tutte le città e province d’Italia organizzano cortei di protesta e campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

 

Considerato che:

 

-la Provinciadi Verona, (secondo l’art.5, comma 2, punti c e g dello Statuto), tra le sue finalità generali persegue l’obiettivo fondamentale di tutelare l’ambiente e valorizzare le risorse naturali, e promuove la collaborazione con gli enti locali anche di altre province;

 

-la Provinciadi Verona e quella di Brescia condividono la partecipazione azionaria nella società di gestione degli aeroporti Catullo di Villafranca di Verona e D’Annunzio di Brescia, e le relazioni istituzionali tra i due presidenti sono frequenti e positive;

 

– la sperimentazione animale si è rivelata molto spesso fallimentare, in quanto i farmaci e i prodotti cosmetici e igienici presentano sull’uomo reazioni diverse rispetto alla reazione sugli animali;

 

– negli ultimi decenni sono state messe in atto piattaforme di sperimentazione alternativa, che escludono l’impiego di animali, e vengono tuttavia ancora poco utilizzate in quanto la sperimentazione animale resta per le aziende la più economica;

 

– per “tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse naturali”, come previsto dallo statuto della Provincia, si deve intendere anche la promozione di una cultura che condanni attività come quelle della Green Hill che perseguono il profitto allevando in lager cani destinati alla vivisezione;

 

– il Presidente della Provincia di Verona, nell’ottica della collaborazione con altri enti locali, può attivare azioni di sensibilizzazione con il suo collega di Brescia contro la triste realtà dell’azienda Green Hill nel Comune di Montichiari;

 

 

Il consiglio impegna il Presidente della Provincia di  Verona, il Presidente del Consiglio Provinciale di Verona, la Giunta e i consiglieri provinciali

 

 – a sollecitare il Presidente della Regione  Lombardia, della Provincia di Brescia e il Sindaco di Montichiari a mettere in atto una forte azione di condanna e protesta contro l’azienda Green Hill;

 

– a promuovere la difesa dei diritti degli animali e la condanna di ogni forma di violenza contro gli stessi;

 

– a prendere contatti con l’azienda Green Hill per esprimere  ferma condanna e protesta contro gli allevamenti di animali destinati alla sperimentazione in laboratorio. La presenza di simili aziende sul nostro territorio rappresenta una contraddizione tangibile dei principi etici e morali condivisi dai cittadini italiani.

 

Verona, 18 ottobre 2011

 

I Consiglieri Provinciali

Commenti
No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

undici + 3 =

Silvia Allegri
Silvia Allegri è giornalista, saggista e appassionata di animali. Organizza attività di approccio con gli animali, trekking someggiati e corsi di scrittura. Partecipa a seminari e conferenze. Per informazioni e contatti scrivi a silvia@silviaallegri.it
Social
Newsletter

Iscrivendosi alla newsletter l'utente accetta di ricevere comunicazioni da parte dei gestori del sito silviaallegri.it nel rispetto della normativa vigente sul trattamento dei dati personali.