I libri di Silvia Allegri | Silvia Allegri
274
page-template-default,page,page-id-274,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

I libri di Silvia Allegri

I libri di Silvia Allegri

Silvia Allegri, A spasso con il cane, Cierre Edizioni, 2017

A spasso con il cane, 30 itinerari nella provincia di Verona.

Itinerari semplici, alla portata di tutti, che diventano l’occasione per scoprire dei veri e propri tesori nascosti del territorio veronese. Ideali per passeggiare insieme al proprio cane, ma anche in compagnia di amici, oppure con un libro. A spasso col cane – 30 itinerari nella provincia di Verona, Cierre Edizioni, è una piccola guida che vuole portare alla scoperta delle bellezze dietro casa ed è pensata per le persone, ormai sempre più numerose, che condividono la propria vita con un cane e spesso si ritrovano a ripercorrere le stesse strade, tutti i giorni, perdendo talvolta il piacere della passeggiata, che resta invece un momento di enorme importanza per il quattrozampe di casa.

Spesso i posti più comodi e vicini sono anche quelli meno conosciuti. Eppure la provincia di Verona offre una straordinaria varietà di territori: si va dalle rive del lago di Garda alle dolci colline dei paesi nella zona est, dalle montagne della Lessinia alle pianure a sud. Senz’altro suggestivi gli itinerari lungo i fiumi, perché bisogna ricordare che oltre all’Adige ci sono numerosi corsi d’acqua di grande fascino, dal Tione al Tartaro, al Menago.

Ci sono poi gli antichi borghi, spesso quasi abbandonati, dove il tempo sembra essersi fermato, e se alcuni paesi sono mete gettonatissime, come quelli sul lago di Garda, o della Valpolicella e della Val d’Illasi, altre località sono così poco note che risulta difficile perfino collocarle su una mappa, eppure sono la culla di prodotti tipici, di fragilissimi ecosistemi, di scorci stupendi.

La guida vuole accompagnare alla scoperta di questi luoghi fornendo anche informazioni pratiche: dove parcheggiare, quali strutture accettano i cani, quali sono le stagioni dell’anno indicate per godere al massimo della bellezza di un percorso. A spasso col cane si possono esplorare angoli nascosti della provincia di Verona in cui la natura e gli animali si uniscono a un patrimonio architettonico, culturale e storico di grande fascino. Si scopre così come sia possibile trascorrere alcune ore o una giornata intera a pochi chilometri dalla città, insieme al proprio compagno a quattro zampe, portandosi una merenda, un libro, e regalandosi il tempo necessario per assaporare il fascino di un territorio ricchissimo di bellezze inaspettate.

Leggi la recensione della giornalista Macri Puricelli a questo -> link

Silvia Allegri, Roberto Zampieri, Un tartufo per la vita, Edizioni Osiride, 2016

Un tartufo per la vita è un libro scritto a due mani, da me e da Roberto Zampieri, istruttore cinofilo. Roberto ha iniziato due anni fa un percorso che coinvolge i diabetici e i loro cani. Questi ultimi sono in grado, grazie al loro fiuto, di percepire l’arrivo di una crisi ipoglicemia, e ‘avvisano’, abbaiando, chiamando con le zampe, scodinzolando, e in altri modi che variano da cane a cane, che sta per arrivare un’emergenza. Il diabetico o i suoi amici/famigliari possono così intervenire.

In Un tartufo per la vita da un lato raccontiamo il percorso per i pazienti diabetici e i loro quattrozampe, dall’altro si riflette sul significato profondo che ha la relazione tra umano e cane: una relazione che si basa su amore, fiducia, complicità. Ingredienti indispensabili per la buona riuscita di progetto Serena. Ciò che caratterizza il protocollo infatti è un trattamento ‘alla pari’ per umano e cane: l’animale deve essere parte integrante di una relazione affettiva, deve stare bene, deve vivere in perfetto equilibrio. Solo in questo modo nasce quell’intimità necessaria perché il cane sappia avvertire il suo umano della crisi in arrivo. Nessun addestramento violento e nessuno stress, quindi: i cani del progetto sono animali felici, che vivono questo compito come un gioco e avvertono la loro importanza per la vita e la salute del loro umano malato.

Attualmente il progetto sta decollando in varie città d’Italia, e il contributo da parte di medici e diabetologi è costante. Anche la medicina tradizionale sta riconoscendo l’importanza della presenza del cane, che con affetto e leggerezza aiuta molto i malati anche a condurre una vita più sana: il gioco all’aperto, le passeggiate, il sonno, una vita regolare contribuiscono al benessere globale.

Il libro ha la prefazione di Macri Puricelli, giornalista e scrittrice, e del dottor Enzo Bonora, diabetologo. C’è poi il contributo di due dottori, Mario Carrano e Rachele Villa, di Salerno, che hanno curato il capitolo dedicato al diabete.

Un tartufo per la vita | Il libro
Uomini fuori dal coro | Il libro

Silvia Allegri, Uomini fuori dal coro, Edizioni Osiride, 2016

Il libro nasce per festeggiare un’importante ricorrenza. Il 2016 infatti coincide col trentesimo anno di direzione del Coro S. Ilario, di Rovereto, da parte del maestro Antonio Pileggi.

Il libro racconta la storia del Coro S. Ilario, coro trentino nato nel 1979 e che nel corso degli anni ha intrapreso un percorso artistico molto speciale. Pur essendo, infatti, un coro profondamente legato alla tradizione corale di montagna, nel corso degli anni si è aperto a numerose esperienze sperimentali, arrivando a creare spettacoli e concerti con grandissimi artisti, da Antonella Ruggiero a Mark Harris, e diventando protagonista di eventi di grande rilievo musicale, ma anche culturale: dai concerti in Palestina all’esibizione festival di Sanremo, alla partecipazione alle cerimonie di apertura e chiusura di Expo 2015.

Nel libro sono corali anche le narrazioni: gli uomini del coro si trasformano così anche in uomini ‘fuori dal coro’, impegnati nella solidarietà come nella vita sociale e culturale di Rovereto. Sono loro stessi a raccontarsi, e sono i grandi artisti, amici, parenti, partner e sponsor a spiegare perché questo gruppo di uomini sia così speciale, sul palco e nella vita.

Il libro ha la prefazione di Antonella Ruggiero.

Silvia Allegri, Il raglio magico. Divagazioni intorno alla figura di un animale frainteso, Edizioni Osiride, 2012

Il libro nasce dall’esperienza di didattica con gli asini e dalla passione per questi magnifici animali che mi accompagnano da diversi anni. Inizialmente sentivo l’esigenza di mettere su carta le impressioni e gli episodi legati alla mia attività in maneggio, insieme ai due asini Gemma e Barone e ai tanti bambini venuti a fare lezione: un’attività che mi ha dimostrato e continua a dimostrare quanto sia efficace per la crescita, l’educazione e il benessere, il rapporto di amicizia e di collaborazione con gli asini. Da una ricerca più approfondita sull’asino ho scoperto poi come questo animale accompagni costantemente l’uomo, e sia presente con insistenza nella letteratura, nelle tradizioni popolari, nella religione e nell’arte.

Il libro vuole dunque offrire ai lettori una panoramica sul rapporto uomo-asino nella storia, nell’ottica di una rivalutazione di questo animale, noto a tutti per essere testardo e simbolo di ignoranza, ma in realtà intelligente, paziente e pieno di risorse da scoprire.

Il raglio magico ha avuto il patrocinio di Fieracavalli, ed è tra i prodotti-donazioni che sostengono Save the dogs, associazione che si occupa degli animali randagi in Romania.

Il raglio magico | Il libro