Silvia Allegri, Autore a Silvia Allegri | Pagina 14 di 15
1
archive,paged,author,author-admin,author-1,paged-14,author-paged-14,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Author:Silvia Allegri

Indignata

Prima di essere consigliere provinciale, che guadagna circa mille euro al mese in gettoni di presenza (quindi non si tratta di uno stipendio), e che si guadagna questi soldi vivendo l’incarico con serietà e impegno costanti, sono una donna giovane, laureata e con un master, che vive di lavori precari, con contratti ridicoli, senza diritto a ferie e malattia. Le mie buste paga sono semplicemente assurde, e passo le giornate a correre da una parte all’altra della città per poter incastrare i mille impegni lavorativi malpagati. Certo, ho il privilegio di poter fare ciò che mi piace perchè dietro di me ho una famiglia che mi ha sempre aiutato economicamente. Ma è giusto? E’ tollerabile che in un paese che si definisce civile non esista nessuna dignità per tanti giovani? E’ dignitoso studiare per anni per poi ritrovarsi precari a vita, con stipendi da fame, senza la possibilità di pensare a progetti per il futuro?READ MORE

Incidente di caccia

Appresa la notizia dell’incidente occorso sabato 15 ottobre al sindaco Tosi, che per errore ha ferito un compagno durante una battuta di caccia a Terzo di Aquileia, auguro innanzitutto una pronta guarigione alla vittima. Lungi da me ogni volontà di speculazione su questo incidente (posso immaginare il dispiacere del sindaco per quanto accaduto), non posso fare a meno di notare come ogni anno le vittime nei boschi siano numerose anche tra i cacciatori stessi. Il sindaco Tosi con la giunta del comune di Verona ha vietato pochi giorni fa l’affissione dei manifesti contro la caccia, definendo le immagini “troppo cruente”: immagini di animali uccisi, o peggio ancora feriti, e lasciati morire in lenta agonia.READ MORE

Censura sui manifesti anticaccia. Paura di mostrare la verità?

Riporto il comunicato stampa del movimento No alla Caccia, che si è visto negare l’autorizzazione all’affissione dei manifesti contro la caccia.
Secondo chi ci amministra, è meglio non mostrare cosa succede nelle nostre campagne e nelle nostre montagne in questi giorni. Bisogna tutelare i cittadini? Impedire loro di aprire gli occhi?
Gli animali non nascono nelle confezioni del banco frigo, sono essere senzienti che prima di finire nelle nostre bocche soffrono e patiscono. La gente deve quantomeno essere informata. Poi ognuno di noi farà i conti con la propria coscienza. Impedire l’affissione di un manifesto cruento significa negare la libertà di opinione e di informazione, due diritti sacrosanti in una democrazia.

Difficile fare politica per chi ci crede davvero

Una riflessione generale a partire da un episodio di “ordinaria amministrazione”.

Qualche giorno fa ho appreso dal quotidiano L’Arena che il presidente della Provincia si sta impegnando per coordinare i comuni veronesi nella lotta al randagismo e ai maltrattamenti degli animali. Visto che mi occupo di questi problemi da quando sono stata eletta nel giugno del 2009, sono rimasta sbalordita: nessuno mi ha comunicato questa iniziativa, non sapevo della conferenza stampa, non sapevo come l’Ente si sta muovendo. Ho chiesto chiarimenti direttamente al presidente Miozzi, e cosa mi risponde? “Non sapevo che ti interessassi agli animali!”.READ MORE

Torre di Gorgusello

La Torre di Gorgusello, sotto il Comune di Fumane, uno dei pochissimi edifici rappresentativi di casa-torre nel territorio montano della provincia, sta crollando. Gli eredi hanno rinunciato a questo immobile, che attualmente è sotto la tutela di un curatore fallimentare. Con la mozione presentata in data 5 settembre ho richiesto al Consiglio provinciale di intervenire affinchè la Provincia di Verona si prenda carico della tutela e della valorizzazione della Torre, simbolo di un borgo montano che merita di essere tutelato per le sue peculiarità paesaggistiche e la sua storia.READ MORE

Museo di Bolca

Ho presentato questa mozione, per portare l’attenzione del Consiglio provinciale di Verona sulle difficoltà di gestione e di reperimento fondi che sta affrontando in questo periodo il Museo di Bolca, uno dei musei più interessanti presenti sul territorio veronese. I tagli di finanziamenti da parte della Regione mettono a rischio il proseguimento dei lavori di scavo e di ricerca, impedendo inoltre di proseguire i lavori di miglioramento all’interno del museo stesso, utili per agevolare le visite dei turisti e delle scolaresche. La valorizzazione del Museo e la tutela di questo straordinario patrimonio dovrebbe rientrare tra le priorità dell’Ente, in vista anche dell’apertura della stagione turistica estiva, durante la quale sono previste presenze di numerosissimi turisti italiani e stranieri interessati a conoscere le attrattive del territorio montano.

La mozione, presentata in commissione cultura e discussa durante il Consiglio provinciale il 13 settembre, è stata approvata all’unanimità.

READ MORE

Sciopero generale 6 settembre

Ieri, 6 settembre, ho partecipato allo sciopero generale indetto dalla Cgil contro la manovra economica del governo Berlusconi, manifestando a Mestre. E’ stata un’esperienza coinvolgente, che ha visto un’enorme partecipazione di lavoratrici e lavoratori, studenti, sindacalisti (anche appartenenti a sindacati che non hanno aderito ufficialmente), pensionati, famiglie. Gli italiani sono scesi in piazza con rabbia, contro una manovra che taglia i servizi, la sanità, l’assistenza, la cultura, l’istruzione, e non garantisce la crescita di un paese che è già in ginocchio. E durante i comizi in varie città italiane non si sono fatte soltanto critiche alle decisioni del governo: il segretario Generale della Cgil Susanna Camusso ha presentato una “contromanovra”, fatta di proposte alternative e realistiche per risollevare l’economia dell’Italia, e sui palchi si sono alternati rappresentanti autorevoli del sindacato, politici, artisti e studenti. I cittadini non si sentono più rappresentati da un governo che difende i privilegi di pochi e che è investito giornalmente da scandali che mettono in dubbio la credibilità stessa del nostro paese.READ MORE

Fermare il vergognoso aumento di test dolorosi su animali

L’Italia, come molti altri paesi occidentali, ospita un enorme numero di animali domestici, amati e considerati parte integrante delle famiglie. Eppure i diritti degli animali nel nostro paese non sono rispettati.

Dal Ministero della Salute arrivano tristissimi dati relativi alla vivisezione: sono in aumento i test più dolorosi sugli animali e sono in aumento gli stabilimenti che praticano la vivisezione., ignorando il principio stabilito per legge di preferire i metodi alternativi. La Lav, Lega Anti Vivisezione, prepara un appello a Governo e Parlamento ad invertire la rotta in occasione del recepimento della direttiva 2010/UE.READ MORE

Il ruolo della donna nel rapporto fra politica movimenti e associazionismo

Il 4 agosto presso la festa democratica di Quinzano si è svolto un dibattito dal titolo: Il ruolo della donna nel rapporto fra politica, movimenti e associazionismo. Erano presenti: la senatrice Mariapia Garavaglia, la deputata Marina Sereni, la deputata Federica Mogherini, coordinate da me.

La serata è stata piacevole, con una buona partecipazione e attenzione da parte del pubblico, che mi ha trasmesso entusiasmo ed energia!

L’obiettivo del dibattito era quello di riflettere su come il partito possa valorizzare l’entusiasmo e la voglia di agire delle donne, e trasformarli in un progetto concreto e realizzabile.READ MORE

Animali domestici a Verona e nuove emergenze

6 maggio: tre gatti avvelenati con bocconi di pesticida trovati moribondi in un giardino condominiale a Santa Lucia. Giugno: nel giro di quindici giorni, 22 gatti sono stati trovati morti in zona Corte Marin (Chievo). Lo scorso inverno nella Bassa, tra Cerea, Legnago ed Albaredo sono state disseminate esche killer che hanno fatto strage di cani, gatti e volpi. Successivamente altri episodi ad Oppeano.READ MORE