Silvia Allegri, Autore a Silvia Allegri | Pagina 13 di 15
1
archive,paged,author,author-admin,author-1,paged-13,author-paged-13,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Author:Silvia Allegri

Diritti degli animali violati e presunzione umana

E’ uscito uno splendido libro, “La pelle dell’orso” di Margherita D’Amico. Un libro che mi richiama alla memoria la lettura di un classico dei diritti animali, “Gabbie vuote” del filosofo americano Tom Regan. Con un linguaggio asciutto e spoglio, ci troviamo davanti la descrizione delle condizioni di vita degli animali di allevamento: ingrassati e ipernutriti perchè vi si ricavino più bistecche possibili, maltrattati e lasciati morire senza cure perchè non possono essere somministrati farmaci agli animali che diventeranno bistecche, amputati di ali e becco, rinchiusi a vita e sottoposti a luce artificiale, alla sete e al caldo. E non diversa è quella degli animali da laboratorio: soli, affamati, torturati con la giustificazione di fare qualcosa di utile per l’uomo, mentre ormai si è ampiamente dimostrato quanto siano fasulli i risultati di ecrti esperimenti.READ MORE

Lezioni di avviamento all’equitazione e onoterapia

Con l’inizio della primavera sono ripartite le attività di didattica presso il centro di Monta western Basalovo Trekking.

Per i bambini a partire dai 3 anni di età proponiamo lezioni di avviamento all’equitazione, che svolgiamo in compagnia degli asini Barone e Gemma. Le lezioni prevedono la cura dell’animale, la preparazione  dell’attrezzatura necessaria, e l’attività vera e propria di equitazione, con esercizi in campo di conduzione dell’animale e di volteggio. L’obiettivo è far avvicinare i bambini all’equitazione con un metodo sicuro e divertente, in vista del passaggio al cavallo. L’asino infatti si presta a collaborare con bambini anche molto piccoli, per il suo carattere socievole e mite.READ MORE

Elezione nel Consiglio della Comunità montana della Lessinia

Ieri, 2 maggio 2012, durante la seduta di Consiglio provinciale, sono stata eletta come rappresentante provinciale nel Consiglio della Comunità montana della Lessinia, ente gestore del Parco naturale regionale della Lessinia.

Sono molto lusingata e soddisfatta per questa nomina e per la fiducia accordatami dai colleghi consiglieri. Questo incarico mi permette di partecipare in maniera attiva alle decisioni relative a questa importante realtà della nostra provincia. Un territorio da salvaguardare e valorizzare per le sue peculiarità.

Nell’assumermi questo nuovo incarico, mi ripropongo di essere presente attivamente nelle attività del Consiglio, e di rendere partecipi i cittadini e i colleghi sulle iniziative svolte dall’Ente.

Gli animali continuano a soffrire e la gente continua ad essere indifferente

Gandhi diceva che la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali. Sono sempre più convinta che questa sia una grande verità. Chi non è in grado di cogliere l’anima e le emozioni degli animali forse non è in grado di cogliere nemmeno l’anima e le emozioni dei propri simili. Il segreto è riuscire a saper leggere i “linguaggi” che gli animali utilizzano per comunicare tra di loro e con noi.

Credo fermamente che le terapie assistite con gli animali siano uno dei mezzi più splendidi di guarigione per individui che soffrono di patologie depressive, handicap fisici e psichici e problemi di relazione.READ MORE

Cocaina: un progetto per combattere la dipendenza

Oggi, 19 dicembre, si è riunita l’ottava commissione in Provincia, su mia richiesta, per l’audizione di due psicoterapeuti, Loredana Pagliarani e Franco Baldini, ideatori del progetto “Fuoridallerighe”, un protocollo di intervento ambulatoriale per combattere la dipendenza da cocaina.

In Italia il consumo di cocaina è più alto rispetto a molti alri paesi europei, e la cocaina è considerata una droga “elitaria”, assunta quasi sempre da consumatori socialmente integrati. Se ne conoscono appena gli effetti, e le conseguenze possono essere disatrose per il consumatore e la sua famiglia.

Il progetto, interessante ed efficace, è stato presentato per permettere ai consiglieri commissari di venire a conoscenza di questa realtà nascosta e preoccupante.

Ho intenzione di presentare a questo proposito una mozione, con la quale chiederò alla Provincia di Verona il patrocinio di prossime iniziative dell’equipe di “Fuoridallerighe”. Pur mancando i mezzi economici, visto il periodo di grande crisi che gli enti stanno atraversando, un intervento programmatico e di informazione da parte della Provincia di Verona è auspicabile e senz’altro utile.

Emendamenti al bilancio di previsione 2012 per la provincia di Verona

Ecco i due emendamenti al bilancio che ho presentato in vista della discussione del bilancio 2012 in Provincia. Si tratta di due richieste riguardanti i Gas, Gruppi di Acquisto Solidali, e la sensibilizzazione da parte degli Enti pubblici riguardo alle disabilità. Due emendamenti presentati in linea con le problematiche di cui mi occupe giornalmente e che mi stanno particolarmente a cuore: attenzione per i servizi sociali e per l’ambiente e la salute.

Mi riservo di presentare altre proposte nei prossimi mesi.READ MORE

Mozione contro Green Hill, la fabbrica degli orrori

Green Hill, a Montichiari in provincia di Brescia, è una fabbrica degli orrori. Vengono allevati cani destinati ai laboratori di vivisezione di tutto il mondo. Nati e cresciuti in condizioni terribili, sempre al chiuso nelle gabbie e con la luce artificiale, vengono poi spediti nei laboratori di sperimentazione a morire tra sofferenze atroci, contro ogni principio etico di rispetto per gli animali.READ MORE

Indignata

Prima di essere consigliere provinciale, che guadagna circa mille euro al mese in gettoni di presenza (quindi non si tratta di uno stipendio), e che si guadagna questi soldi vivendo l’incarico con serietà e impegno costanti, sono una donna giovane, laureata e con un master, che vive di lavori precari, con contratti ridicoli, senza diritto a ferie e malattia. Le mie buste paga sono semplicemente assurde, e passo le giornate a correre da una parte all’altra della città per poter incastrare i mille impegni lavorativi malpagati. Certo, ho il privilegio di poter fare ciò che mi piace perchè dietro di me ho una famiglia che mi ha sempre aiutato economicamente. Ma è giusto? E’ tollerabile che in un paese che si definisce civile non esista nessuna dignità per tanti giovani? E’ dignitoso studiare per anni per poi ritrovarsi precari a vita, con stipendi da fame, senza la possibilità di pensare a progetti per il futuro?READ MORE

Incidente di caccia

Appresa la notizia dell’incidente occorso sabato 15 ottobre al sindaco Tosi, che per errore ha ferito un compagno durante una battuta di caccia a Terzo di Aquileia, auguro innanzitutto una pronta guarigione alla vittima. Lungi da me ogni volontà di speculazione su questo incidente (posso immaginare il dispiacere del sindaco per quanto accaduto), non posso fare a meno di notare come ogni anno le vittime nei boschi siano numerose anche tra i cacciatori stessi. Il sindaco Tosi con la giunta del comune di Verona ha vietato pochi giorni fa l’affissione dei manifesti contro la caccia, definendo le immagini “troppo cruente”: immagini di animali uccisi, o peggio ancora feriti, e lasciati morire in lenta agonia.READ MORE

Censura sui manifesti anticaccia. Paura di mostrare la verità?

Riporto il comunicato stampa del movimento No alla Caccia, che si è visto negare l’autorizzazione all’affissione dei manifesti contro la caccia.
Secondo chi ci amministra, è meglio non mostrare cosa succede nelle nostre campagne e nelle nostre montagne in questi giorni. Bisogna tutelare i cittadini? Impedire loro di aprire gli occhi?
Gli animali non nascono nelle confezioni del banco frigo, sono essere senzienti che prima di finire nelle nostre bocche soffrono e patiscono. La gente deve quantomeno essere informata. Poi ognuno di noi farà i conti con la propria coscienza. Impedire l’affissione di un manifesto cruento significa negare la libertà di opinione e di informazione, due diritti sacrosanti in una democrazia.