Silvia Allegri, Autore a Silvia Allegri | Pagina 12 di 15
1
archive,paged,author,author-admin,author-1,paged-12,author-paged-12,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Author:Silvia Allegri

Partecipazione al convegno Il latte di asina e le sue proprietà

Domani, 27 febbraio, si terrà a Bergamo, presso l’Istituto Tecnico Superiore per le nuove tecnologie della vita “Giulio Natta”, un convegno dal titolo “Il latte d’asina e le sue proprietà”. Si tratta dell’ultimo appuntamento di una serie di incontri relativi all’impiego dell’asino come animale da lavoro, da compagnia, e anche, appunto, come animale riscoperto per il suo preziosissimo latte, dalla proprietà inidiscusse e conosciute fin dallantichità.

Ho l’onore e l’onere di chiudere il convegno presentando il mio libro.

Il mio intento sarà quello di “alleggerire” i toni del dibattito, proponendo una serie di curiosità relative all’asino e alla sua presenza nella vita dell’uomo. Fornirò dunque, spero, qualche spunto di riflessione per poter vedere l’asino non più come animale sciocco, testardo e ormai inutile, ma come compagno di lavoro, giochi e percorsi terapeutici.

So che ormai da molti anni anche in Italia sono sorti alevamenti di asini per produrre il prezioso latte: la mia paura è che si arrivi a forme di sfruttamento eccessivo di questo animale.

Il convegno di domani servirà dunque ai partecipanti per riscoprire le virtù asinine, e a me per chiarirmi meglio il quadro generale relativo a questi allevamenti, con la speranza di non scoprire che sono diventati sfruttamenti.

Centro estivo per bambini e ragazzi in maneggio

Dal 24 giugno, per 4 settimane, il maneggio Basalovo ospiterà il centro estivo per bambini e ragazzi da 6 a 13 anni.

Attività: trekking someggiato, giochi, laboratori teatrali, avviamento all’equitazione con gli asini e i cavalli.

Orario: dal lunedì al venerdì, 8.30 – 16.30.

Tutte le info al numero 340 7785136!

Importanti vittorie e nuovi obiettivi

Questo anno che sta per finire resterà nella memoria di tanti di noi amanti degli animali per una storica vittoria: la chiusura di Green Hill, che a dispetto del nome è una delle più orribili aziende d’Italia: una vera e propria fabbrica di cani da mandare ai laboratori di vivisezione, costretti a passare la vita rinchiusi nelle gabbie e a patire sofferenze atroci nei laboratori di tutto il mondo.

Un incubo è finito ma tanti ne restano: la battaglia è vinta, ma la guerra deve proseguire.

Green Hill è stata chiusa grazie all’amore, alla passione e al coraggio di migliaia di persone sensibili, che si sono battute, ognuna con i mezzi che aveva a disposizione, per accrescere lo sdegno dell’opinione pubblica e aprire gli occhi della gente su questo orrore che si consuma a nostra insaputa.

Insomma, quando ci si sente una goccia nell’oceano, non bisogna arrendersi. Sembrerà un luogo comune, ma non lo è. Tante persone insieme formano un oceano che ha la forza di cambiare le cose. Bisogna avere il coraggio di iniziare da se stessi: prestando attenzione al rispetto degli animali nel quotidiano, diffondendo informazioni, investendo tempo a discutere con le persone, con pazienza e sangua freddo.

Mi auguro che il prossimo obiettivo sia quello di contare sempre più persone impegnate in prima linea per far parlare chi non ha voce. Siamo noi i responsabili degli esseri più fragili che non possono difendersi da soli.

Post primarie…

Le Primarie del Centrosinistra si sono concluse. A prescindere dal candidato che ognuno di noi ha voluto sostenere, resta un dato di fatto: finalmente tanta gente che aveva rinunciato ad esprimere la propria opinione è ritornata in campo. Per aiutare, per discutere, o più banalmente per fare polemica… ma intanto è ritornata.

Non è facile convincere le persone che vale ancora la pena di interessarsi alla politica: troppi scandali, troppa corruzione, troppe ingiustizie hanno fatto perdere le speranze di avere una classe di amministratori degna di questo nome. Eppure le persone che si impegnano ci sono: e io sono una di queste. Nel mio piccolo, con fatica, con pochi riconoscimenti, cerco di darmi da fare per migliorare le cose. E’ necessario però avere la fiducia della gente, che troppe volte tende a generalizzare e in questo modo stronca anche chi vuole darsi da fare con onestà e amore per la “cosa pubblica”.

Mi auguro che il Partito Democratico, di cui faccio parte, sappia gestire questa bella discesa in campo dei cittadini italiani nel migliore dei modi. E sappia mettere in pratica le promesse di cambiamento che tutti desiderano.

Presentazioni del mio libro

In queste settimane ho partecipato a diverse presentazioni del mio libro “Il raglio magico”. Tutte divertenti e particolari: sono stata presente durante la fiera Pets Show a Verona, e due giorni fa la presentazione è avvenuta in uno splendido museo di Villafranca: il Museo Nicolis, luogo “sacro” per gli appassionati di auto e moto d’epoca. Hanno partecipato all’evento tre giovani attori, un musicista, e sei ballerine. Coordinati dal prof. Passarelli, gli artisti hanno permesso di ricreare una storia dell’asino nella cultura e nelle tradizioni facendo divertire e commuovere il pubblico.

Lo scopo dell’arte è proprio questo: creare emozioni e fare incontrare le persone, che per pochi istanti dimenticano lo stress e le preoccupazioni e lasciano andare la fantasia cogliendo le suggestioni della danza, del teatro, della lettura.

Questa sera sarò a Caprino, a presentare il mio libro durante una festa interamente dedicata ai bambini: “Aspettando Santa Lucia” è il nome di questa serie di eventi: un mercatino di Natale, un coro, laboratori creativi, stand enogastronomici e letture.

Intanto, sono felice di aver raggiunto un obiettivo importante, che era poi il vero fine del mio libro: far parlare di asini, e far riflettere le persone sui tanti, troppi luoghi comuni che spesso ci condizionano.

Partecipazione a Fieracavalli 2012

Si è da poco conclusa Fieracavalli. L’evento più bello e imperdibile per gli appassionati di cavalli, asini, e tutto ciò che si muove intorno a questi bellissimi animali. Per la prima volta ho avuto l’opportunità di vivere la fiera da espositore. Con la casa editrice del mio libro “Il raglio magico” sono stata presente all’interno del Salone del Bambino. La fiera è stata ricca di stimoli: tante persone, interessate al libro, mi hanno contattato per avere informazioni sulla mia attività e soprattutto sui motivi che mi hanno spinto a scrivere. E’ stato emozionante condividere con loro il percorso fatto nei mesi precedenti la pubblicazione: su tutto, dominava il desiderio di proporre un modo diverso di concepire gli asini e gli altri animali. Non più come esseri in qualche modo inferiori, o utili per conseguire certi obiettivi, ma esseri alla pari, ricchi di personalità, di sentimenti e di risorse. Che ci aiutano a vivere meglio e ad imparare il rispetto verso l’altro.

Ho notato con piacere che sempre più persone sono alla ricerca di un rinnovato contatto con la natura e con tutte le attività ad essa legate. Insomma, in questo mondo che corre a ritmi sempre più frenetici, la voglia di dare una svolta e riscoprire la semplicità della vita sta aumentando.

In qualità di Vicepresidente del parco Lessinia, sono stata presente anche allo stand della Regione Veneto, avendo modo di parlare con i colleghi amministratori del parco, della provincia e della regione dei prossimi impegni politici.

Insomma, quattro giorni intensi, dominati senza dubbio dalla bellezza degli animali che hanno partecipato alla fiera (purtroppo stressati talvolta dal rumore assordante e dalle luci artificiali).

Per la prossima edizione sono già in cantiere diverse idee… !

Primi impegni da Vicepresidente del Parco

Dalla mia elezione di qualche settimana fa, sono già stati numerosi gli impegni in veste di Vicepresidente del Parco della lessinia. Un incontro in Regione con i consiglieri del partito Democratico, per stabilire il coordinamento del lavoro per il Parco a livello locale e regionale. Tre sedute di Giunta, per discutere le delibere lasciate in sospeso dalla precedente amministrazione e le prossime azioni sul territorio. Una visita a S. Giovanni Ilarione, per la festa delle castagne, e a Breonio, per l’Antica Fiera del Rosario, mostra-mercato dei prodotti biologici e tipici della Lessinia. Ho chiesto e fatto approvare un investimento del residuo di bilancio – capitolo turismo – per stampare nuove mappe della Lessinia da distribuire in occasione dei prossimi eventi importanti per il turismo, tra cui Fieracavalli.

Ho iniziato anche alcuni incontri con gli esponenti della comunità cimbra della Lessinia, minoranza linguistica che rappresenta un preziosissimo patrimonio culturale. L’obiettivo è quello di fare riemergere le peculiarità del territorio attraverso una presenza costante e proposte originali, in grado di attirare l’attenzione dei veronesi e dei turisti sulle nostre splendide montagne.

Vicepresidenza del Parco Naturale regionale della Lessinia

Sono stata eletta Vicepresidente della Giunta Integrata del Parco Naturale Regionale della Lessinia. Questo incarico è per me un onore: mi offre infatti la possibilità di impegnarmi politicamente per la valorizzazione della Lessinia, un territorio pieno di peculiarità e bellezze naturali ancora da scoprire e apprezzare. Mi auguro di portare il mio contributo di idee e di progetti e di lavorare in maniera costruttiva con gli altri amministratori, tenendo sempre ben chiaro l’obiettivo che ci accomuna, Attualmente sono l’unica donna presente nella Giunta: una grande soddisfazione personale ma anche una responsabilità importante!

Progetti e ruolo dei consiglieri provinciali

In questi giorni ho partecipato ad alcuni incontri insieme ai miei colleghi consiglieri provinciali del Partito Democratico. Ci siamo confrontati sulle criticità del territorio della provincia, in vista di iniziative e progetti da proporre nei prossimi mesi. La prStiamo lavorando all’interno di un’istituzione importante, nonostante le discussioni relative ai tagli della politica e alla riduzione delle province abbiano messo in discussione la sua stessa esistenza.

Tra le varie tematiche affrontate, si è parlato anche dell’importanza di ricreare un contatto maggiore e costante con il territorio, attraverso i coordinatori di circolo e i cordinatori di zona, al fine di monitorare i problemi dei territori nelle loro specificità e rendere meno “astratto” il ruolo istituzionale dei consiglieri provinciali. Il contatto con i circoli e con i cittadini resta il punto di partenza per rilanciare un’idea sana di politica e di impegno, in un momento storico di crisi delle istituzioni.

Ogni contributo o suggerimento dei cittadini sarà per me e per il gruppo preziosissimo: la politica ha bisogno di dialogo, confronto, sobrietà e onestà.